Draghi The Goldman

La candidatura di Super Mario alla presidenza della BCE (dopo Trichet)  ha avuto un grande consenso in Europa, la sua elezione da parte della Ecofin non ha sorpreso nessuno. Addirittura la Merkel si è scomodata per sostenere il candidato italiano. Quello che lascia perplessi è come un personaggio come Draghi, che dal 2001 al 2005, è stato vicepresidente della Goldman Sachs (una della maggiori banche d’affari del mondo), stia per diventare presidente della Banca Centrale Europea. Andiamo per punti (come nostro solito):

  1. La Goldman Sachs ha aiutato la Grecia a nascondere la quota reale del suo deficit, prima della crisi nera in cui è caduta e da cui, ancora adesso, non riesce ad alzarsi. Anzi, sono stati discussi ulteriori aiuti per cercare di aiutare il governo ellenico (atto che si porta dietro tutta l’ira degli euroscettici).
  2. La Goldman Sachas ha dovuto emettere un comunicato per spiegare che Draghi non lavorava con i governi, ma con le aziende (ma credo proprio che un vicepresidente non possa essere all’oscuro di quello che fa la sua banca).
  3. La sua politica è aumentare i tassi di interesse per tenere a freno l’inflazione. Sappiamo benissimo che paesi come la Grecia, ma anche l’italia, la Spagna e il Portogallo che non stanno reagendo bene nella ripresa, avrebbero un duro colpo da una politica del genere. Magari, essendo italiano, Dragi potrebbe concedere una politica di “favore”.

Insomma, a tanti Super Mario piace, ad altri, non convince proprio per niente. Voi che ne pensate?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...