Puf…slam…boom! Si salvi chi può!

In borsa i soldi “spariscono”, bruciano! Puf!

Il governo, dopo un lungo letargo, si è accorto di non aver fatto abbastanza (anche se non lo ammette). Si è accorto di aver parlato troppo. E lo sta ancora facendo, rischiando di vedersi sbarrate tutte le porte di comunicazione per salvare il paese. Le opposizioni non si sono rivelate disponibili al dialogo senza una retromarcia del governo. Solo Casini ha aperto una tragua. Ma non basta. Slam!

Chi crede di poter rientrare dal debito con un anno di anticipo, ovvero nel 2013 (invece che nel 2014, dichiarazioni del premier) dopo quello che sta accadendo in questi giorni, sotto i nostri occhi? Se l’Europa sta discutendo su di un piano per salvare l’Italia, non è tutto così sotto controllo come sembra. Il fatto che il Premier continui a ribadire che sono escluse delle elezioni anticipate non è da reputarsi ne negativo, ne positivo: se cade il governo e si apre un periodo di instabilità politica, allora potrebbe essere il nostro colpo di grazie; se questo governo continua ad andare avanti (con la sua poca credibilità) sia destinati a vedercela brutta. Boom!

Non è sicuramente tutta colpa del nostro esecutivo. Bisogna inserirci nello schema di una crisi mondiale, ma le bugie sono state troppe. Ora tutti reclamano un immediato taglio ai costi della politica per acquistare un po’ di credibilità. Forse era una mossa che doveva essere giocata in precedenza, non a ferita aperta. Qui esce fuori tutto l’opportunismo dei politici.

E’ arrivato il momento di una decisioni drastica. Con tutti i suoi pro e contro. Si salvi chi può!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...