L’Italia non se desterà

Il voto di fiducia di oggi, ci dimostra sempre più come l’Italia sia ormai un paese in ostaggio, non solo del Governo, ma di un sistema politico che ormai non funziona più. La maggioranza risica i voti, la cosa fondamentale è vincere. L’opposizione è titubante e slegata. Siamo nelle mani di nessuno, e forse anche la possibilità di un governo tecnico non migliorerebbe la situazione. Domani gli Indignati italiani saranno a Roma per urlare l’inadeguatezza dei politici e della classe dirigente, la loro perdita della pazienza, la loro voglia di cambiare, la loro voglia di vivere in un paese normale senza il peso delle prese in giro di oltre confine. Stanno alimentando uno scontento sempre più grande. Quando la situazione sarà irrecuperabile, sarà troppo tardi per tutti, destra o sinistra che sia.
Noi siamo da secoli
Calpesti, derisi,
Perché non siam popolo,
Perché siam divisi.
Raccolgaci un’unica
Bandiera, una speme:
Di fonderci insieme
Già l’ora suonò.
Stringiamci a coorte
Siam pronti alla morte
L’Italia chiamò.
[Inno di Mameli]
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...