Durante la crisi il tran tran è minore? Male!

[Traduzione da Slon]

Nell’ultimo articolo intitolato “Cicli di occupazione, fatturato e business“, pubblicate alla NBER (National Bureau of Economic Research) gli economisti Eduard Lazir e James Shplettser hanno analizzato la mobilità del lavoro durante la crisi finanziaria negli Stati Uniti. Utilizzando le analisi statistiche governative sull’occupazione JOLTS (Job Openings and Labor Turnover Survey ), hanno osservato quanto spesso le persone cambiano lavoro. Il campo della ricerca della statistica ha riguardato 16.000 imprese nel periodo 2007-2010.

Si è constatato che il numero di nuovi assunti (e con esso il tran tran) nel periodo della più profonda crisi economica è diminuito di 4/5 rispetto al I trimestre del 2007. Di per sé, la riduzione della mobilità del lavoro durante la recessione economica non è una notizia. E ‘chiaro che le aziende stanno assumendo sempre meno e i lavoratori trovano offerte sempre meno vantaggiose, e si tengono ciò che c’è. Ma l’entità del fenomeno e la chiara correlazione positiva riferito al trimestre, è una nuova parola in sociologia del lavoro.

Inoltre, gli autori hanno calcolato la perdita che ha causato la diminuzione della routine economica. Cambiando lavoro, le persone trovano una nicchia più efficiente per se stessi, aumentando le entrate e il rendimento degli affari. Gli economisti hanno stimato le perdite causate dal forte crollo della mobilità dei lavoratori  in 208 miliardi dollari in 3 anni e mezzo, equivalente a circa lo 0,4% del PIL all’anno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...