La disgrazia è negli occhi di guarda

Paolo Villaggio ha deciso di dire la sua riguardo allo spettacolo delle Paraolimpiadi di Londra 2012, sostenendo di considerarle “una specie di riconoscenza o di esaltazione della disgrazia” (qui potete consultare la notizia). Quello che penso io rispetto al commento di Villaggio è che la tragedia o la disgrazia, come la si voglia chiamare in questi casi, sta negli occhi di chi guarda. “Non fa ridere una partita di pallacanestro di gente seduta in sedia a rotelle io non le guardo, fa tristezza vedere gente che si trascina sulla sedia con arti artificiali. Mi sembra un po’ fastidioso, non è divertente”. Se a lui non fa ridere (e per quale motivo dovrebbe) una partita di basket su sedia a rotelle, ad altri entusiasma vedere la tenacia e la passioni di atleti che nonostante le loro “difficoltà” ce la mettono tutta per portare avanti uno sport come fossero atleti normodotati. “La mia non è crudeltà ma è crudele esaltare una finta pietà. Questo è ipocrita. Sembrano Olimpiadi organizzate da De Amicis con dei ‘personaggini'”. Opinione lecita che si commenta da sola.

In questo link potete seguire i vari eventi di Londra 2012. Buon divertimento.
L’entusiasmo vi prenderà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...