Piccole curiosità quotidiane (p.te V)

La nostra rubrica estiva delle Piccole Curiosità Quotidiane è arrivata alla conclusione. Molte domande a cui abbiamo cercato di dare una risposta quanto più semplice ed esauriente possibile. Anche l’estate se n’è andata lasciando spazio alle piogge autunnali. Speriamo vi sia piaciuta (sia l’estate che la rubrica). Ma ora iniziamo questo ultimo nostro viaggio insieme alle piccole curiosità di tutti i giorni. Buona lettura!
  • Perché non esiste il cancro al cuore? Qualsiasi cellula del nostro corpo può mutare in cellula maligna, così che il cancro possa attaccare il cuore. Avviene così raramente che statisticamente, questi casi, sono poco significativi. E questo perché? L’organo gode di qualche immunità? In generale, il cancro si forma da un mutamento del DNA della cellula e quest’ultima deve sperimentare diverse mutazioni prima di diventare invasivo e mortale. La maggiorparte di queste mutazioni avviene nel momento in cui la cellula si divide e il DNA si replica (cosa che avviene nello stesso momento), trasmettendole alla cellula figlia. Ma le cellule cardiache non si riproducono per creare nuove cellule, a meno che non sia avvenuta qualche lesione. Dal momento che si riproducono molto raramente è più difficile che avvengano mutazioni da trasmettere alle cellule figlie.

     

  • Perché le vacche in India sono sacre? La vacca è un animale sacro indiano. Sono protette per legge e non può essere arrecato loro danno alcuno, né farle spostare dal tuo percorso (sono gli indù che si fanno da parte), e se si piazzano in mezzo alla strada bloccando il passaggio bisogna sperare che si spostino o che si mettano in modo tale da permettere il passaggio. Ma perché tutto ciò avviene? Nella religione Induista, predominante in India, la vacca è considerata un simbolo di fecondità e maternità per il suo latte, e viene venerata per una forma di rispetto verso tutti gli animali, di cui è vietato il sacrificio. Questa forma di rispetto è dovuta anche ad un fattore storico: con l’aumento della popolazione e la diminuzione di superficie da pascolo a favore di quelle per la coltivazione di ortaggi, per alimentare le popolazioni indù, gli esemplari bovini diminuirono drasticamente e si cercò di preservare quelli rimasti per latte e concime. Col passare del tempo la popolazione bovina è aumentata, diventando la più consistente al mondo (in India vivono più di 193 milioni di bovini). In una economia agricola, poco industrializzata, le vacche sono meglio vive che morte, soprattuto per latte, forza motrice per il lavoro nei campi, e fertilizzante. Il comandamento religioso impedisce, in tempi di magra, di mangiare gli animali che è più conveniente mantenere vivi.
  • Perché l’alito è caldo e il soffio e freddo? Se espiriamo l’aria con la bocca aperta, allora butteremo fuori aria calda; al contrario, se teniamo le labbra socchiuse, esce aria fredda. Dal momento che l’aria arriva direttamente dai nostri polmoni, avrà la nostra temperatura corporea nel momento di uscita dalla bocca aperta. La sola modificazione dell’apertura della bocca gli conferisce più velocità senza grandi sforzi. Quando un fluido passa da un volume più grande ad uno più piccolo, aumenta la sua velocità (effetto Venturi) ma l’energia determinata dalla pressione diminuisce forzatamente, secondo il principio di Bernoulli. Trovandosi fuori dalla bocca e con una pressione ridotta, l’aria si espande. L’effetto Joule-Thomson non dice che se un gas si espande liberamente, diminuisce la sua temperatura; ma che la distanza tra le molecole e maggiore e la sua energia viene diluita in una volume maggiore. Per questo la temperatura del soffio è minore di quella dell’alito.
  • Perché gli uccelli non rimangono folgorati appoggiandosi ai fili della corrente? Molti se lo chiederanno come mai gli uccelli non muoiano fulminati sui fili della corrente, eppure c’è una spiegazione molto semplice. La corrente passa attraverso due punti, tra cui esiste una differenza di potenziale ed intensità. Attraverso cosa lo fa, dipende da questa differenza di potenziale e dalla resistenza che offre il percorso. I fili di rame o altri metalli sono conduttori migliori rispetto al corpo umano o dei volatili, per cui se la corrente di elettroni deve scegliere il mezzo, sceglierà sempre quello con resistenza minore. I punti in cui sono appoggiate le zampe dei volatili sono così vicine che la differenza di potenziale tra loro è minima. Dall’altra parte, la resistenza della conduzione del corpo dei volatili è di gran lunga maggiore rispetto ad un piccolo pezzo di filo. Per cui la corrente elettrica circolerà nel cavo e quando appena una minuscola parte devierà nel corpo dell’uccello, non avvertirà nessuna differenza. Se invece venisse a contatto con un’altro cavo di alta tensione o con il cavo della messa a terra, verrebbe fulminato all’istante.   
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...