Il luccichio dell’asfalto

 
Cerco nelle
pozzanghere il riflesso delle stelle per scoprire semplicemente il luccichio dell’asfalto.
Se provi ad afferrare uno di quei falsi brillanti scoprirai il vero fascino
della modernità. Come se avessi un cuore di stella, conservalo nelle tue
tasche: non brucerà e sarai ricco nella povertà di quel frammento. Cammini
sotto la pioggia e quello che rimane di te sono solo i sentimenti più puri. Una
pagana purificazione che ti rende sorpreso, ma non smarrito tra i vicoli
allagati. Le contraddizioni del degrado si muovono nella bilancia della civiltà
con fare regolare, assumendo un ritmo travolgente che da origine ad una danza
malinconica. Ti lasci coinvolgere dalla melodia affascinante, lascia che il tuo
corpo si liberi dalle costrizioni e mostra il tuo tesoro.

Celebri la tua
ricchezza in quella povertà e la festa prende forma tra gli aghi di pioggia e i
festoni di alluminio colorato. Il battere dei piedi tra i ciottoli emette
vibrazioni e i tuoi movimenti diventano un unico passo in armonia con ciò che
ti sta intorno. Un’unica gioia convulsa che si tramuta in orgia di sensazioni e
forti sospiri. Le gocce di sudore si mescolano con l’acqua. È il tuo sacrificio
verso Dio. Sì, la tua gioia è un sacrificio per tutto ciò che hai affrontato
per raggiungerla. Il tuo sudore è riscatto, l’accettazione che mai sarà
completa. Hai trovato il modo per raggiungere la felicità e neanche Dio può
negartela, qualunque essa sia.

Negli infiniti
inverni del paradiso, l’amore è l’unica fonte di calore contro il gelido cuore
della dottrina. Cerca tra le nuvole la via d’uscita per trovare il sole e
scoprire che non c’è paradiso più bello di quello che si può trovare nel cuore
dell’anima innamorata. Lotta per sovrastare gli ostacoli, trasformati in un
gigante e guarda il mondo dall’alto. Corri senza perdere tempo, non sprecare
più un secondo ed urla la tua allegria. Condividi il tuo amore e riscopri
l’uomo che sei sempre stato ma che da tempo non maturava nella sua completezza.
Diffondi il ritmo di questa danza , fai ballare il mondo assopito, carica i
tuoi sentimenti di energia  ed illumina
la terra affinché non ci sia bisogno di nessun sole per far germogliare la
vita.

Bussa alla mia
porta rapiscimi. Travolgimi ogni giorno con i tuoi passi, fammi sentire amato e
non ti vergognare mai di ciò che hai guadagnato col sudore, perché la libertà
di amare non è un diritto che ci è dato per scontato. Stringimi forte quando ti
sentirai debole, cerca conforto nelle mie parole perché insieme le difficoltà
sono più leggere. Amami semplicemente, senza tentennamenti. Accettami per
quello che sono nei miei difetti.  Sii te
stesso sempre, non cambiare ciò che hai di buono e non. Hai lasciato dietro di
te tutto il sangue donato e perso, le tue memorie adolescenziali, alcuni amici.
Hai oltrepassato la soglia della nuova era, ma qualcosa è rimasto là, nel XX
secolo, ormai storia. La confusione è svanita col tempo, alcuni sogni si sono
arenati, qualcun altro li avrà presi ed esauditi per sé. Tu avevi sogni ben più
grandi da realizzare, come quel granello di asfalto che ha l’ambizione di voler
brillare e risplendere come quelle stelle tanto lontane da lui. Nella sua
semplicità, acquistare preziosità. Dio non glielo ha mai impedito.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...