Siria: effetti e sintomi di un attacco chimico

[Traduzione da BBC Mundo]

Le ultime immagini video su possibili vittime di attacchi chimici in Siria hanno messo in guardia la comunità internazionale. Verificare la veridicità dei video che hanno fatto il giro del mondo si è rivelato essere un compito davvero difficile. Decine di corpi, persino quelli di bambini e neonati, vengono mostrati per terra l’uno accanto all’altro. Si possono vedere anche alcune persone addormentate o addirittura privi di conoscenza. Secondo i corrispondenti della zona e a giudicare dal numero delle vittime, sembra essere in peggior attacco chimico siriano. Ma lo è davvero stato? Dal punto di vista medico, ci sono diversi sintomi che porterebbero a pensarlo. Gli esperti ritengono che la mancanza di lesioni esterne può essere un segnale dell’utilizzo di agenti chimici.

Segnali post mortem
 
“Alcuni dei sintomi, come la bocca aperta, lo sguardo da morti scultorei, sono molto simili a ciò che abbiamo visto a Halabja (in cui, nel 1988, Saddam Hussein lanciò un attacco indiscriminato per dare una lezione a i suoi abitanti curdi) dove migliaia di persone sono morte a causa del gas nervino”, ha dichiarato Hamish de Bretton-Gordon, ex comandante delle forze antiterroriste British Chemical and Biological. “Alcune delle immagini del video mostrano persone che tremano, con pupille contratte; sinonimo dell’azione di un agente chimico”. Anche gli esperti hanno constatato che un gran numero di pazienti sembra essere morto in maniera molto rapida, e ciò suggerisce l’utilizzo di sostanze chimiche. “Il gas mostarda, usato frequentemente nella guerra Iraq-Iran, tende ad uccidere le persone in alcuni giorni, non ore e minuti; per questo potrebbe trattarsi di un agente nervino”, ha spiegato Bretton-Gordon.
 
Il Professor Alexander Kekule, dell’Istituto di Microbiologia Medica dell’Università di Halle, in Germania, concorda sul fatto che tutto sembra indicare l’uso di un agente chimico, aggiungendo che non ci sono segni di agenti che possano aver causato ustioni cutanee. Le vittime sembrano anche avere gravi difficoltà di respirazione. Ciò che è portato a credere il dottor Jean Pascal Zanders, esperto di armi biologiche o chimica, è che vi sia “una prova convincente di avvelenamento per asfissia” a causa della “tonalità rosa bluastra” dei volti di alcuni morti.
 
Sintomi
 
Si crede che la Siria possieda grandi quantitativi di gas mostarda altamente tossico e di Sarin, un agente nervino. Anche la CIA (Central Intelligence Agency) ritiene che il paese arabo abbia cercato di sviluppare agenti nervini ancora più potenti come come il gas VX
 
La sintomatologia del gas mostarda include congiuntiviti, ustioni della pelle, mal di gola, tosse, suscettibilità alle infezioni e polmonite. Gli esperti che hanno visto le foto concordano sul fatto che non ci sono segni di ferite esterne. Questo potrebbe essere un motivo per scartare l’uso di gas mostarda, dato che non ha generato vescicheIl sarin è, d’altra parte, 20 volte più mortale e impossibile da rilevare perché è inodore, insapore e incolore.

Questo prodotto chimico attacca il sistema nervoso, causando spesso problemi al sistema respiratorio e la morte arriva in pochi minuti dopo l’esposizione. Le esposizioni possono causare irritazione agli occhi, naso che cola, visione offuscata, bava alla bocca, tosse, oppressione toracica, diarrea, confusione, vertigini e nausea, alcuni dei sintomi che gli esperti sembrano aver individuato nei video. I sintomi del gas VX, considerato l’agente nervino più tossico mai sintetizzato, può essere l’insieme dei due agenti precedenti. Un esposizione a questo gas provoca tra gli altri: ustioni, irritazione da sudorazione e spasmo muscolare, oltre a rinorrea, senso di pesantezza sul petto, tosse, mal di testa, nausea, vomito e perdita di coordinazione . 

 
Trattamento in dubbio
 
Una delle ragioni per cui non si possono avere risultati conclusivi sta nella procedura che bisogna applicare quando si parla di un attacco chimico come il sarin. “Al momento non sono del tutto convinta, perché le persone che stanno dando una mano non hanno indumenti protettivi o maschere per respirare“, dice Paula Vanninendirettrice di VERIFIN, l’Istituto finlandese per la verifica della Convenzione sulle armi chimiche. In un caso reale, anche loro sarebbero contaminati e avrebbe presentato i sintomi.Nel frattempo, anche Pascal Zanders ha dubbi circa le accuse di utilizzo di agente nervino. “Non ho visto nessuno applicare antidoti per agenti nervini“, ha scritto in un blog. Né il personale medico qualsiasi altra persona sembra essere affetta da una seconda esposizione mentre trasportano le vittime”.

Invece il professor Kekule ritiene che anche le tecniche di decontaminazione che si vedono nel video  creano dubbi. Alcuni pazienti sono decontaminati sbrigativamente con acqua o con acqua e sapone. Gettano acqua al petto e non (almeno nel video) sul viso e gli occhi.” Secondo i Centers for Disease Control and Prevention degli Stati Uniti, l’antidoto per l’agente nervino sarin sarebbe l’atropina e la fisostigmina, ma devono essere somministrate immediatamente. L’atropina è utilizzata anche per il gas VX. Nel caso del gas mostarda, non vi è alcun trattamento o antidoto. L’agente deve essere completamente rimosso dal corpo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...