Khodorkovsky sulle Pussy Riot

[Traduzione da Slon]

L’ufficio stampa di Michail Khordokovsky, lunedì 24, ha pubblicato su Facebook un post rivolto ai membri del gruppo Pussy Riot, liberate per amnistia: 
Care ragazze

So che gli ultimi mesi sono stati un vero inferno per voi. E sono felice che le torture, indegne per un paese europeo nel XXI secolo, sono finite.

Il rilascio dei prigionieri politici rende lo Stato almeno più umano.




La cosa più importante, forse, è trovare la forze in sé stessi per non lasciare nel cuore l’odio e la rabbia dopo il calvario della prigionia.



Auguri per tutto!

Questo non è il primo comunicato di Khodorkovsky verso le ragazze della punk-band. Nel settemebre del 2013, quando si trovavano nel carcere di Segezha, gli scrisse una lettera di sostegno dopo la quale Nadezhda Talkonnikova iniziò lo sciopero della fame:

Sono davvero dispiaciuto che in un momento già così difficile Nadia abbia dovuto far valere i propri diritti tramite uno sciopero della fame. Ahimé! A volte non c’è altra scelta. Vi chiedo solo di commisurare i vostri obbiettivi con il prezzo della vostra salute, delle vostre vite. Sono convito che abbiate già raggiunto l’effetto desiderato di attirare l’attenzione sul problema – è già stato scritto in questa lettera – inoltre so che fuori vi stanno aspettando parenti ed amici. Siete molto brave, avete tenuto duro e dovete tenere duro. La vostra presenza in tribunale ha messo in ombra l’opposizione, quasi non riuscisse a raggiungere il vostro livello.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...