Lingvo Internacia: l’inuktitut

 

Iniziamo questa nuova rubrica che ci porterà alla scoperta della grande varietà linguistica del nostro pianeta. Un viaggio tra i cinque continenti per capire quanto il linguaggio sia una cosa molto delicata e quante cose interessanti si possono scoprire sulle lingue totalmente diverse dalle nostre.
Questo primo viaggio, lo facciamo in Canada, per conoscere una lingua davvero singolare: l’inuktitut.
Per cercare di capirci qualcosa, forse è meglio fare una brevissima introduzione sulle parole che stiamo per utilizzare: le diverse lingua del pianeta sono catalogate in base a macro famiglie linguistiche che si diramano proprio come un albero nelle diverse sottofamiglie. Le lingue, sono “imparentate”, per questo gli scienziati, riescono a ricostruire in maniera abbastanza precisa (ma non sempre) la derivazione delle diverse lingue del pianeta. Esiste un metodo particolare per stabilire la parentela delle lingue. Si chiama metodo storico-comparativo. Prendiamo diverse lingue antiche d’Europa e Asia. Perché necessariamente antiche? Perché di «generazione» in «generazione» le lingue cambiano il loro «aspetto», assomigliano sempre meno al loro antenato e si differenziano l’un l’altra. Perciò bisogna confrontare l’antico indiano (il sanscrito), il greco antico e le altre lingue antiche per capire il loro antenato comune. Le somiglianze, nella cultura dei popoli, si avvicinano, ma un popolo può adottare un’altra lingua, può «conservare» la lingua, ma può cambiare la propria cultura fino a renderla irriconoscibile. Sembra tutto più complicato di quanto non sia.

La famiglia con cui partiamo è quella a cui appartiene inuktitut, la eschimo-aleutina. È formata sostanzialmente da due lingue singole, ma imparentate: l’eschimese (o inuit) e l’aleutino. L’eschimese viene parlato sia in Čukotka, sia in Alaska, sia nel Canada settentrionale e sull’isola di Groenlandia. La stessa situazione riguarda la lingua aleutina. È parlata dagli abitanti della parte americana delle isole Aleutine e dagli abitanti delle isole del Commodoro, vicino alla Camčatka e alle isole Curili, ossia, nell’Asia vera e propria.

L’inuktitut fa parte delle lingue Inuit o Inupik. E’ una lingua tipicamente agglutinante.Come nelle lingue turche, tutte le desinenze si infilano come in una collana, inoltre ognuna di queste desinenze ha la sua «specialità» ristretta: una esprime solo il numero, l’altra solo il tempo, la terza solo la persona. Il sistema di scrittura usato è composto dal sillabario inuktitut. Di seguito, un esempio:

Se volete saperne di più, potete visitare questo sito dedicato alla lingua e alle sue uniche caratteristiche. Non vi è venuta voglia di impararlo o, almeno, di saperne di più? A me la curiosità è nata leggendo un semplice oroscopo (neanche del mio segno) dove ho trovato questa incredibile parola: iminngernaveersaartunngortussaavunga che significa “dovrei cercare di non diventare alcolizzato”. Basta poco per mettere in moto il cervello. Vi lascio con una simpatica canzone inuktitut:





Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...