Dio è amore

[Traduzione e foto da Colta]

Il movimento contro “l’omosessualizzazione dell’Ucraina”  è stato organizzato come parte di una campagna progettata per spaventare gli ucraini dai processi di integrazione europea. Anna Grabarskaya ha partecipato regolarmente alle manifestazioni di questi omofobi facendo alcune foto, fino a quando non le è stato impedito.

Premesse dell’autore

Ho iniziato a fotografare le manifestazioni degli omofobi ucraini quasi per caso: passavo per caso davanti a questo “incontro”, nel centro di Kiev. Monache, facce tristi di vecchi credenti, sguardi severi e ridicoli manifesti fatti a mano; in tutto questo pasticcio sono riuscita ad ottenere alcune buone foto. Il tema ha catturato talmente tanto l’attenzione che gli omofobi religiosi quasi mi sognavano di notte.

Così ho iniziato a sviluppare il progetto “Dio è amore” e in un anno e mezzo non ha perso una sola manifestazione o marcia sotto le bandiere e gli slogan di “Lo schifo non passerà!” Munita di un biglietto da visita di uno dei capi del movimento e mostrandolo ovunque, mi sono sentita benvenuta in qualsiasi riunione. Ci sono due “sezioni” che si occupano delle iniziative dell’organizzazione : “Amore contro l’omosessualità” e “Comitato dei genitori”.  Si assicurano il supporto di fanatici religiosi, impediscono i Gay Pride, distribuiscono volantini, e, soprattutto, cercano di resistere alla liberalizzazione della legislazione in materia di diritti umani, necessari per il passaggio dell’Ucraina in l’Europa. Subito dopo il cambio di governo le riunioni omofobe sono finite.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...